12/09/2004

LA LETTERATURA TERRITORIALE
. Il lago: dal Trasimeno alle rive del lago di Como


2004_09_12_201

Andrea Vitali ("Una finestra vistalago") e Marco Rufini ("Il lago") non sono accomunati solo dal titolo di un loro libro e dall'ambientazione lacustre dei loro romanzi, ma dal talento nel raccontare la provincia e anche dalla passione per il lavoro della terra e il forte legame con le loro origini. Si confrontano su temi e occasione della loro scrittura con Enrico Aitini, medico e scrittore.


English version not available

Italiano

Il freddo non ferma il festival: sotto il tendone del campo canoa, bersagliato da pioggia e vento, due scrittori, Andrea Vitali e Marco Rufini, insieme al loro collega Enrico Aitini, si sono confrontati sul tema della letteratura di provincia contrapposta alla letteratura di città, divenuta ormai troppo ossessiva. Nelle loro recenti opere, hanno spiegato gli scrittori, ci sono i ricordi di provincia, di quella di Como per Vitali e della zona del lago Trasimeno per Rufini. Traendo esempi dai rispettivi libri, i due scrittori hanno raccontato piccole e semplici storie di vita: c'è stato spazio per i racconti comici delle case di tolleranza di Bellano come per i racconti di vita dei pescatori del Trasimeno, sballottati dalla vita del tranquillo lago alla guerra d'Etiopia; giocando a stabilire rapporti col presente, Vitali ha messo in relazione la Bellano anni '30 che per un insieme di equivoci pensava di ospitare una star dell'epoca lì per girare un film, con relativo delirio dei cittadini, con le folle che quest'anno vi si sono recate per incontrare George Clooney. Il pubblico ha fatto numerose domande alle quali gli autori hanno risposto con altri aneddoti dalla provincia dimenticata.

1Luoghi collegati

1Enti correlati