09/09/2005

Antonio Moresco e Ivano Ferrari


2005_09_08_087

Al di là delle tormentate vicende editoriali che hanno segnato la pubblicazione delle sue opere, Antonio Moresco è un autore che, con i suoi libri e con i suoi interventi decisamente non concilianti, ha spesso innescato aspri dibattiti. In "Lo zio Demostene", Moresco affronta per la prima volta le storie della propria infanzia e della sua terra d'origine (Mantova). Dialoga con lui il poeta e amico Ivano Ferrari.
 Imbarco dal pontile di fronte al Castello di San Giorgio. L'incontro si svolgerà durante il viaggio verso Governolo, dove è prevista una visita all'antica conca di navigazione. Al ritorno, buffet in nave e rientro a Mantova alle ore 20:30. In collaborazione con il Comune di Roncoferraro.



L'evento 087 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Originariamente il suo svolgimento era previsto per Venerdì 9 Settembre.

English version not available

Italiano

Per la prima volta un evento del Festival s'è svolto a bordo di una motonave, che dal Lago Inferiore di Mantova ha disceso il corso del fiume Mincio fino a Governolo, e per la stessa via è risalita fino al pontile di partenza. Protagonista dell'incontro lo scrittore Antonio Moresco, introdotto dal poeta mantovano Ivano Ferrari. Moresco ha scritto numerosi romanzi, ma in questa occasione ha presentato la sua ultima opera, "Zio Demostene (vite randage)", in cui racconta la storia della sua stessa famiglia. Una famiglia povera, nomade e tormentata, di origini venete da parte di padre e mantovane da parte di madre. Moresco è partito da una foto scoperta per caso in un vecchio casellario di foto segnaletiche della polizia. Essa ritrae lo zio: disertore, comunista, esule ai tempi del fascismo, e incredibilmente somigliante all'autore suo nipote. Moresco ha affiancato alla narrazione foto d'epoca e lettere scoperte in casa e in soffitta, facendo in modo che non esistesse stacco tra racconto e documenti. Li ha fusi alla storia narrata, in modo che questa non si perdesse nei meandri del romanzesco. Moresco, che ha sempre avuto un rapporto difficile e ribelle nei confronti delle restrizioni date dalla famiglia, rievocando le proprie origini ha compiuto un'operazione catartica, se non proprio riconciliatoria.

1Luoghi collegati