06/09/2006

Jasper Fforde con Bianca Pitzorno

2006_09_06_004

Sarà istituita anche da noi una polizia letteraria? Speriamo proprio di sì, perché persino la lettura attira diabolici criminali, come dimostrano i romanzi di Jasper Fforde, lo scrittore inglese che con la saga della detective Thursday Next ha fatto nascere un clamoroso caso letterario. Mescolando momenti di suspense con una serie inesauribile di invenzioni fantastiche, l'autore di "Il caso Jane Eyre" ci ha regalato una serie di divertenti romanzi sulla letteratura. Dialoga con lui la scrittrice Bianca Pitzorno.

English version not available

Italiano
Inglese

E si che i 'sacrosanti classici' sono opere da rispettare, ma confessi chi di noi non ci ha mai scherzato su, nascosto lì in ultima fila...? Jasper Fforde, che afferma di non avere una formazione letteraria, ha confessato di avere lasciato la scuola a 18 anni, e vanta con ironia, molta per la verità, un nuovo modo, a volte irriverente, di concepire il romanzo. Fantasia ed ironia sono le chiavi di lettura de "Il caso Jane Eyre", nel quale Fforde scrive ciò che più gli aggrada, ciò che lo diverte. A volte irriverente, il suo modo di mettere a fuoco la realtà lo porta a dare la particolare prospettiva al romanzo, il viaggio attraverso il tempo senza coglierne i paradossi. Sa mescolare crimine, horror, romanticismo, facendo della sua giovane detective letteraria, Thursday Next, una grande eroina moderna, come sostiene la scrittrice in sua compagnia, Bianca Pitzorno. Nonostante l'afa, la partecipazione del pubblico è stata tanta, molti i giovani lettori, anche in coda per acquistare il libro che l'autore ci ha autografato con un bellissimo sorriso nella cornice di un magnifico tramonto mantovano.

1Luoghi collegati

1Enti correlati