09/09/2006

E DOPO?


2006_09_09_170

dai 10 ai 14 anni


Dopo è un'altra storia da raccontare, quando l'estate è finita. Dopo è quando il tuo futuro sembra irrimediabilmente compromesso dallo scoppio di una mina. Dopo è trovare ogni giorno qualcosa da mangiare, anche se sei ancora piccolo. La vita è una lunga sfilza di dopo. E bisognerebbe fare in modo che il Dopo seguente fosse migliore di quello prima. Non solo nelle storie. Il papà del malinconico Joel ("Joel e le lettere d'amore") e della sfortunata Sofia ("Il segreto del fuoco") incontra chi ha tantissimi Dopo ancora da vivere.


English version not available

Italiano
Svedese

La Svezia e il Mozambico hanno un legame tra loro grazie allo scrittore Henning Mankell. L'autore, già presente al Festival nel 2000, questa volta torna con la storia di una ragazzina di nome Sofia, incontrata per caso fuori dall'ospedale della capitale del Mozambico. La ragazza, all'epoca dodicenne, era seduta su una sedia a rotelle a causa della perdita di entrambe le gambe; affascinato da quell'aura che emanava, si è fermato a parlare con lei. L'infortunata gli ha raccontato di come un giorno, mentre correva con la sorella Maria, mise accidentalmente i piedi sulla mina. Maria morì sul colpo, Sofia perse entrambi gli arti inferiori. Dopo aver scritto un libro su di lei sono diventati migliori amici, ora la ragazza ha diciannove anni, due protesi e un fantastico dono, un bambino. Arrivato il momento delle domande una coraggiosa bambina chiede: «Come mai si spendono soldi in armamenti invece che a finanziare scuole per i bambini dell'Africa?». Lo scrittore le risponde che se tutti gli adulti fossero maturi come lei il mondo sarebbe migliore e che aspetta con ansia il giorno in cui lei e la sua generazione potranno cambiare il mondo.

1Luoghi collegati

1Enti correlati