06/09/2008

CHI COMANDA?
. La donazione di Costantino nella storia e nell'arte


2008_09_06_161

Matilde di Canossa fu un personaggio di primo piano nella lotta per le investiture. Gran parte della storia medievale può essere raccontata attraverso il conflitto tra papa e imperatore. Ma quali erano le idee dietro i fatti della storia? Gran parte del dibattito politico medievale ruotava intorno al "Constitutum Constantini", l'atto con cui l'imperatore Costantino donava il potere in Occidente a papa Silvestro. Il tema della Donazione di Costantino è stato ampiamente raffigurato dagli artisti nel corso del Medioevo e divulgato nella Legenda aurea di Jacopo da Varagine. Alessandro Scafi, storico dell'arte, ricostruisce l'acceso confronto intorno a questo contestatissimo documento attraverso le fonti storiche, artistiche e letterarie.



Al termine dell'incontro a cura del Comitato per le celebrazioni del Millenario Polironiano visite guidate per gruppi alla mostra Polirone l'Abbazia di Matilde e un piccolo rinfresco. Andata e ritorno con autobus con partenza da Piazza Sordello con partenza alle ore 17.15 e rientro a Mantova alle ore 20.30.


English version not available

Italiano

Più persone di quelle previste aspettano a Piazza Sordello i bus per andare a San Benedetto Po. Sembra cominciare il gioco del telefono senza fili: fraintendimenti, equivoci e qui pro quo faranno da antagonisti per tutto il tempo. Dopo aver organizzato i turni per il rientro in città, il professore Alessandro Scafi inizia l'incontro. Con l'ausilio di bellissime diapositive, ritraenti affreschi, monete, miniature, comincia l'avventura alla scoperta del "Costitutum Costantini" e di tutte le questioni che ruotano attorno a questo documento che, autentico o no che sia, ha segnato in modo decisivo il corso della storia. L'evento è legato alle celebrazioni del Millenario Polironiano e alla figura di Matilde di Canossa, donna chiave del periodo della lotta per le investiture (1080-1120). Le ricerche che il professore ha condotto si concentrano particolarmente sulla controversa figura di Enea Silvio Piccolomini, ovvero Papa Pio II. Humor inglese e satira politica caratterizzano le battute finali di un evento di un pomeriggio di fine estate.

1Persone correlate

1Luoghi collegati