11/09/2009 - Pagine Nascoste

BORIS RYZHY


2009_09_11_PN1830

Evento ripetuto


di Aliona van der Horst, Paesi Bassi, 2008, 59'
 Anteprima italiana


Il poeta russo Boris Ryzhy era affascinante, talentuoso e aveva raggiunto la fama letteraria. Perché si tolse la vita a soli 26 anni? La ricerca di una risposta conduce la regista nei sobborghi malfamati della fredda città industriale di Yekaterinenburg, dove Ryzhy nacque e visse. Attraverso conversazioni con familiari ed amici si compone un intenso ritratto del poeta, insieme a quello della generazione cresciuta nell'illusione della Perestroika. Ryzhy cercò di trasformare dolori e orrori nella grazia delle sue poesie, che ascoltiamo dalla sua stessa voce in vecchie registrazioni, accompagnate sullo schermo dalle immagini dei suoi soggetti e del suo mondo.

English version not available

Al Teatro Ariston, per "Pagine Nascoste", è la volta di un'anteprima che riguarda un poeta russo nato nel 1975: Boris Ryzhy. La regista, Aliona Van der Horst, interroga familiari e amici del poeta per rispondere alla fondamentale domanda: perché si suicidò all'età di 26 anni? A scandire questo viaggio, le immagini del poeta e le sue poesie: oscuro lo sguardo come oscuri sono i suoi versi, che tuttavia evidenziano da subito un'elevata sensibilità. Ciò che emerge dalla perfetta commistione degli elementi del cortometraggio è il ritratto di questo personaggio complesso, che sentiva intensamente anche la sofferenza del suo paese diviso, e che forse non è stato compreso nemmeno dalle persone che gli stavano intorno.

1Luoghi collegati

21Eventi collegati