11/09/2009

LASCIAMI
. Performance/lettura di Franco La Cecla


2009_09_11_114

«Lasciarsi: un'esperienza che purtroppo non risparmia quasi nessuno». Nel mondo contemporaneo, la rottura del legame di coppia è un fenomeno di grande rilievo sociale. Tuttavia, di fronte a uno stadio dell'esistenza che necessita di un'elaborazione collettiva, la solidarietà del gruppo tende a sfaldarsi, originando nella personalità dell'individuo colpito intercapedini di solitudine e turbamento che, in molti casi, degenerano nell'aggressività e nel risentimento. Senza rinunciare all'ironia, tra un solo di sax e un «se mi lasci ti ammazzo!», Franco La Cecla ha trasposto in un reading l'ansia dell'abbandono oggetto del suo "Lasciami". Ignoranza dei congedi, interagendo sul palco con Oreste Valente e Giorgia Meli e avvalendosi della direzione musicale di Gianni Gebbia.
 Con Oreste Valente: voce, Gianni Gebbia: sax e direzione musicale, Giorgia Meli: voce, Diego Spitaleri: pianoforte.


English version not available

Italiano

Nel mondo occidentale contemporaneo le rotture dei rapporti di coppia diventano sempre più frequenti. Ma a differenza di altre culture, gli Occidentali non sono abituati ad affrontare questi momenti, che diventano facilmente delle piccole grandi tragedie personali, spesso peggiorate dalla solitudine e dall'assenza di un'elaborazione collettiva dei problemi, che ormai caratterizzano la nostra società. Franco La Cecla e Oreste Valente percorrono con una buona dose d'ironia, attraverso canzoni e citazioni letterarie, i vari modi che uomini e donne hanno per affrontare la fine di un amore. Chi si cura suonando il sax, chi contribuisce in modo sostanziale al fatturato di qualche fabbrica di fazzoletti, e chi, rimasto in 'buonissimi rapporti' con la propria ex, riceve un'improvvisa telefonata da parte di una sconosciuta, la quale dice di aver rinvenuto camice stirate, fotografie, spartiti musicali e documenti a suo nome nel cassonetto della spazzatura.

1Luoghi collegati