12/09/2009

GREEN UTOPIA
. Che spazi futuri per la sostenibilità?


2009_09_12_149

Il lavoro dello studio anglo-tedesco Sauerbruch & Hutton si è sempre contraddistinto per una grandissima attenzione all'eco-sostenibilità e alla qualità ambientale come strumenti per costruire e immaginare nuovi spazi collettivi e urbani, dalla nuova sede del Ministero dell'Ambiente tedesco a una serie di laboratori e luoghi della cultura e del lavoro costruiti in Europa. Durante l'incontro Matthias Sauerbruch e Louisa Hutton, direttori dello studio, insieme all'architetto Luca Molinari, parleranno del potenziale visionario che il pensiero ecologico può avere nel dare forma alle città e ai luoghi collettivi del prossimo futuro.


L'evento 149 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Originariamente era previsto anche l'intervento di Louisa Hutton.

English version not available

Italiano
Inglese

Introdotto da Luca Molinari, Sauerbruch definisce la sostenibilità, termine scomodo perché abusato, come il saper affrontare le esigenze di oggi senza impedire che possano essere soddisfatte quelle delle generazioni future. Nel XXI secolo il pianeta non è in grado di sostenere le esigenze attuali, e raggiungere la sostenibilità significa consentire una buona qualità di vita alle generazioni future. Per costruire spazi che consentano ciò è necessario comprendere tre punti fondamentali: sfruttare risorse sostenibili per i consumi energetici necessari alla costruzione; utilizzare l'architettura stessa al servizio della qualità nella creazione degli ambienti; meditare sull'effetto dell'architettura in ambito sociale: bisogna pensare alle città che ospiteranno i nuovi edifici e rispettare la vita sociale tipica della città stessa.
Un'attenzione particolare è da dedicare agli standard ambientali degli utilizzatori: è necessario far comprendere che l'utilizzatore è in dovere di modulare l'ambiente ed esserne padrone. Niente di peggio, per esempio, di un ambiente con le stesse caratteristiche per tutto l'anno. Per mantenere la stessa temperatura è necessario uno spreco di energia evitabile con l'utilizzo di tende e l'apertura di finestre.
In sostanza, l'impegno di noi tutti è determinante per l'avvio di una società davvero sostenibile.

1Luoghi collegati

1Enti correlati