11/09/2010

Petra Hůlová e Claudia Rusch con Chiara Valerio

2010_09_11_168

Claudia Rusch, rappresentante dell'ultima generazione di scrittori nati nella ex-DDR, autrice di "La stasi dietro il lavello" e Petra Hůlová, giovane scrittrice ceca con già all'attivo sei romanzi tra cui "Attraverso un vetro opaco" si incontrano per la prima volta proprio a Mantova per discutere delle loro opere ma anche della situazione politica, sociale e letteraria dei loro paesi con Chiara Valerio, autrice del recente "Spiaggia libera tutti". 


English version not available

Italiano

Un incontro dal ritmo sincopato questa sera quello tra Petra Hůlová, Claudia Rusch e Chiara Valerio. Un evento dominato in gran parte dalla giovane scrittrice italiana che come un fringuello volava da un libro all'altro, citandone stralci e traendone massime, con una tale velocità da lasciare la pur bravissima interprete senza fiato e la povera Hůlová senza parole. Intellettuale e appassionata la Valerio, una tra le più brillanti scrittrici italiane, si è rivelata forse troppo intellettuale nelle sue domande, secondo l'opinione di molti presenti.
Un ritmo sicuramente alleggerito dalla burrosa tracotanza fisica e caratteriale dell'ironica Rusch, la quale ostinandosi a parlare italiano, ha trasformato la serata in una divertente lezione di lingua ispirandosi a curiosi aneddoti tratti dalla sua vita e dai suoi libri.
Chi era arrivato al Liceo "Virgilio" con la curiosità di sapere cosa avessero in comune queste due scrittrici dell'ex blocco sovietico, a parte appunto la provenienza storico-geografica, se n'é tornato a casa con il dubbio.

1Luoghi collegati