11/09/2010

SUBLIMI NOTE PER TROVARE PACE
. Storia e suono delle "Variazioni Goldberg"


2010_09_11_178

Le "Variazioni Goldberg" sono una delle pagine capitali della storia della musica occidentale: una strepitosa sequenza di invenzioni che si organizzano in una struttura rigorosa, in cui la fine rispecchia il principio. Il nome di questo brano è quello di un musicista, Johann Hottlieb, nato a Danzica nel 1727 e morto nel 1756, di cui poco si sa per certo, se non che fu un grande virtuoso della tastiera e per qualche periodo allievo di Bach. Una storia avallata dal primo biografo Johann Nikolaus Forkel, il quale nel suo libro del 1802 stabilisce che queste pagine celeberrime sarebbero state suonate per addolcire l'insonnia del nobile Hermann Carl Keyserlingk, ambasciatore di Russia a Dresda e poi Berlino, che ebbe legami con entrambi i musicisti. Da questa trama, che i musicologi spesso indicano come troppo fantasiosa, ma che torna in moltissime fonti, parte il racconto con musica, che sarà suonata dal pianista Emanuele Torquati. 


English version not available

Italiano

Non disponibile

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati