12/09/2010

OGM E BIOLOGICO. NEMICI PER FORZA?


2010_09_12_220

OGM + agricoltura biologica: una nuova frontiera della sperimentazione in campo alimentare? Niente di tutto questo. Dario Bressanini, chimico «prestato» alle scienze dell'alimentazione e autore di "Pane e bugie", con questo accostamento provocatorio vuole piuttosto dimostrare come l'informazione che riceviamo riguardo a ciò che portiamo in tavola sia veramente di poca sostanza e di scarsa qualità. Ad una valutazione puntuale dei valori nutrizionali e di vantaggi e svantaggi nella gestione delle coltivazioni, i media preferiscono spesso uscite più folkloristiche, come l'invenzione della fragola-pesce o del pomodoro antigelo, autentiche bufale che subito si affermano come verità scientifiche. Cercare un'informazione meno superficiale è la condizione di partenza per orientare consapevolmente le nostre scelte al supermercato, abbandonando gli oltranzismi ideologici.


English version not available

Italiano

«In Italia il dibattito sugli OGM è caratterizzato da scarsa scientificità, miti, falsità e generalizzazioni a causa dell'ideologia, degli interessi politici e commerciali e soprattutto dal sensazionalismo giornalistico. Si parla di OGM come se fosse una categoria astratta, ma in genere non si sa neanche di cosa si sta parlando».
Il chimico Dario Bressanini, autore di "Pane e bugie", ha affrontato al Teatro Bibiena l'argomento OGM col piglio del divulgatore scientifico, sfatando molti luoghi comuni attraverso dati e cifre e arrivando ad ipotizzare una futura convergenza tra OGM e agricoltura biologica, sia nel nome della sostenibilità ambientale che di quella economica. «La popolazione mondiale - sostiene Bressanini - è in continuo aumento, mentre la terra coltivabile è una risorsa ancora più scarsa del petrolio. Alcuni tipi di OGM permettono di aumentare la resa della terra, perciò bisognerebbe discutere caso per caso del loro uso».

1Persone correlate

1Luoghi collegati