06/09/2014

TRA SESSO E REALTÁ. Amore, corpo e adolescenti: dall'Homo erectus all'Homo facebook

2014_09_06_162

ragazzi dai 14 ai 18 anni 


Cosa rappresenta il sesso per gli adolescenti? Qual è il confine tra amore, affetto e corporeità? Le nuove generazioni sono così diverse da quelle di decine, centinaia, migliaia di anni fa? Un medico che capisce e sa farsi capire dai ragazzi, Alberto Pellai (Il primo bacio. L'educazione sentimentale ai tempi di Facebook) e un filosofo della scienza che sa viaggiare e far viaggiare nel tempo, Telmo Pievani(Evoluti e abbandonati. Sesso, politica, morale: Darwin spiega proprio tutto? ), sollecitati da Federico Taddia accompagnano il pubblico alla scoperta delle strette connessioni (passate, presenti e future) tra adolescenza e sessualità, innamoramento e amicizia, passione e istinto. Con l'accompagnamento live degli "Scomoda Voce", band emergente del panorama musicale italiano.

English version not available

Italiano

C'è differenza tra il sesso e l'amore? Sì secondo il medico Alberto Pellai, che risponde a questa e ad altre domande curiose e difficili insieme al filosofo ed epistemologo Telmo Pievani, accompagnati da Federico Taddia, con la musica della band "Scomoda Voce" di sottofondo. Si possono avere rapporti sessuali solo per la voglia di provare una nuova esperienza oppure con la persona che si ama, e i motivi che adesso spingono i ragazzi a fare sesso derivano in gran parte dall'esigenza di mostrarsi grandi davanti agli altri coetani. Il punto è che non siamo più nell'antichità e il sesso non rappresenta più un mezzo per perpetuare la specie, per questo la domanda che dobbiamo porci è: è giusto avere uno o più rapporti sessuali solo per la voglia di provare, oppure è meglio aspettare e farlo con la persona con la quale si ha deciso di passare la vita intera? Un'altra grande domanda che gli ospiti si sono posti è: i rapporti iniziati su Facebook o sui molteplici siti di incontri a pagamento sono giusti o sbagliati? Essi possono essere pericolosi e controproducenti dal punto di vista sociale: molti ragazzi/e infatti compiono atti avventati inviando foto a gente che conoscono appena e che molto spesso le usano in maniera inappropriata e illegale. Questi rapporti danneggiano la capacità della gente di interagire dal vivo. In Giappone alcuni ragazzi decidono addirittura di rinchiudersi in casa per il resto della vita e di interagire col mondo solo attraverso uno schermo (naturalmente questi sono casi abbastanza rari). Comunque Pievani tranquillizza i ragazzi presenti all'evento: non è possibile che in pochi decenni la vita degli uomini si trasformi così bruscamente. In questi ultimi anni si sono verificati molti cambiamenti, avvenuti ad una velocità repentina, ma questi cambiamenti non modificheranno definitivamente il nostro modo di vivere.

1Luoghi collegati