11/09/2015

COLTIVANDO L'ORTO E L'ANIMA

2015_09_11_111

Cavoli, verze, porri, cipolle e spinaci d'inverno; pomodori, zucchine, peperoni e melanzane d'estate: un orto ben curato non finisce mai di ripagare chi lo coltiva. L'orto è stato a lungo un'indispensabile fonte di sostentamento per le economie familiari, prima che, con l'avvento del benessere, venisse meno la necessità dell'autoproduzione alimentare. Oggi l'orto diventa lo spazio in cui provare a riprendere contatto con la terra e i suoi ritmi. Adriana Bonavia Giorgetti, autrice di "L'arte di coltivare l'orto e se stessi", racconta ad Andrea Fiozzi di Parcobaleno, sede di una 'università degli orti', la sua esperienza di orticultrice di ritorno, dimostrando quanto siano altrettanto nutrienti frutti come la generosità, la fatica, l'attesa, l'ascolto, che maturano stando nell'orto a ogni stagione.

Servizio Navetta APAM: partenza da p.zza Sordello ore 17.00, ritorno da Parcobaleno ore 19.30

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati

1Enti correlati