09/09/2017

IN DIALOGO CON IL ROMANINO

2017_09_09_156

Giovanni Testori definì il Romanino come il più grande, torvo e triviale dei pittori in dialetto della storia dell'arte, Pasolini lo riconosceva come uno degli autori più moderni del Rinascimento. E al Romanino torna Franca Grisoni, portando con "Croce d'amore/Crus d'amur" la parola poetica nelle scene della Passione e della Resurrezione di Cristo dipinte dal pittore lombardo, per tentare di rivelare coi versi il mistero incarnato nei personaggi delle sue sacre rappresentazioni. Grazie alla comune lingua dialettale, Grisoni riesce a comunicare felicemente con popolani e santi del Romanino e a dare verità presente al mistero del sacrificio di Cristo. La incontra il critico letterario Daniele Piccini.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati