09/09/2017

SETTANTA MI DÀ TANTO

2017_09_09_162

«Credo che la nostra giovinezza ci sembrasse un privilegio assoluto, una condizione di totale lucidità». Il fortunato romanzo d'esordio di Francesca Capossele, 1972, è il ritratto fedele della generazione che ha vissuto gli anni '70 a Bologna, ma nello stesso tempo un racconto universale sul rapporto genitori-figli. Con una scrittura densa ed elegante che non fa sfoggio di se stessa ma è sempre funzionale ai pensieri e alle vicende dei personaggi, la scrittrice ferrarese mette in scena con grande lucidità le dinamiche familiari senza trascurare la storia collettiva. Della sua passione per la scrittura e per la lettura parla con lo scrittore Andrea Vitali.

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati

1Enti correlati