10/09/2017

A CAVALLO DELL'ONDA

2017_09_10_223

Che cos'è il surf? Uno sport estremo o una vocazione da fricchettoni? Un esotismo pop o una disciplina che richiede nervi saldi e una buona dose di follia? Per lo scrittore premio Pulitzer William Finnegan, surfare è soprattutto accettare una sfida contro la natura e noi stessi, a dispetto delle «nicchie sempre più estese di professionisti che girano con l'addetto stampa» e di una cultura di massa sempre più estranea al ruggito dell'oceano. Finnegan l'ha provata per decenni, la malìa dei flutti, rinunciando a molte sicurezze sociali per inseguire venti e maree. Nel frattempo è diventato insegnante nei ghetti di Città del Capo, reporter nelle zone calde del pianeta, marito e padre. Un giorno ha deciso di ripercorrere le tracce di una vita sulle onde nel memoir "Giorni selvaggi", al centro del suo incontro con il giornalista Carlo Annese.

English version not available

Italiano
Inglese

Non disponibile.

1Luoghi collegati

1Enti correlati