10/09/2017

LA VERITÀ DELLE IMMAGINI

2017_09_10_227

Con il passare degli anni Burhan Ozbilici, vincitore del World Press Photo 2017 con la foto dell'ambasciatore russo ucciso ad Ankara, ha voluto costruire attorno a sé un castello, una 'fortezza' ideale. Costruita con indipendenza, scetticismo di fronte al potere, coraggio e speranza. Una protezione in previsione di tempi difficili. Come sono quelli nella Turchia di oggi dove è nato e vive. Si considera simile a un cane da guardia, o meglio a un lupo solitario. Ma senza idee fisse, senza giudicare, impegnato a scattare foto autentiche. Un'impresa temeraria e miracolosa nell'epoca della fotografia digitale, della pirateria di photoshop, e dei telefoni che consumano e schizzano immagini ovunque. Parla con Valerio Pellizzari sulla «verità delle immagini».

English version not available

Italiano
Francese

Non disponibile.

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati