09/09/2018

IL FRUTTO UNIFICATORE

2018_09_09_199

Gli alberi fantastici hanno da sempre abitato la letteratura, basti pensare a Yggdrasill nella mitologia norrena o agli Alberi di Valinor nel Silmarillion. Bachtyar Ali, uno degli autori curdi più amati nel panorama mediorientale, riprende questa tradizione ponendo al centro di una favola contemporanea un misterioso melograno dai frutti di vetro: il viaggio onirico che intraprende (e con lui i suoi personaggi) attinge dall'antica narrazione epica, passando dal filone fiabesco nordeuropeo per raccontare attraverso il medium romanzo parte della tragica vicenda dei curdi in Iraq e coniugare così l'attualità «con la genealogia più intima della nostra letteratura». L'autore di L'ultimo melograno scrive per condividere una storia locale, un percorso nel Kurdistan del secolo scorso che al contempo contenga valori universali, e trasformare un racconto di amore paterno nella parabola di un popolo. Lo intervista la giornalista Lara Ricci.

English version not available

Italiano
Tedesco

1Enti correlati