09/09/2018

UN’ECONOMIA SENZA PECCATI

2018_09_09_202

Far ripartire l'economia italiana non è un'utopia. Basta vincere la proverbiale accidia del nostro Paese e prendere coscienza che alcune storture radicate nel sistema politico e nel corpo stesso della società italiana non sono scritte nel destino, ma possono essere superate con una convinta azione riformatrice. Carlo Cottarelli – economista con un'esperienza ventennale nel Fondo Monetario Internazionale e attualmente direttore dell'Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell'Università Cattolica di Milano – individua nell'evasione fiscale, nella corruzione, nell'eccesso di burocrazia, nei ritardi della giustizia, nella flessione demografica, nella difficoltà a stare nell'euro e nel divario tra Nord e Sud i mali che tolgono risorse alla crescita economica, scoraggiano gli investimenti stranieri e impediscono la creazione di nuova occupazione. Eppure – secondo l'autore di I sette peccati capitali dell'economia italiana – gli strumenti e le soluzioni per uscire dalla crisi sono a portata di mano.

English version not available

Italiano

1Luoghi collegati

2Rassegne e temi correlati