UNA SCENA CHE HO VISTO TANTI ANNI FA

"Il Conoscente tace. Mi dà ascolto/come la luna ai cani". Umberto Fiori, il protagonista falsissimamente autobiografico di questa raccolta, si trova alle prese con un antagonista tuttologo e mellifluo, il Conoscente appunto, che lo trascina in un viaggio alla ricerca di sé stesso. Ma chi è davvero il Conoscente? Come si sfugge alle grinfie di questo Mefistofele contemporaneo? Attraverso un poema allegorico, che è anche romanzo in versi, che è anche racconto iniziatico, Umberto Fiori (stavolta quello vero) fa un ritratto spietato delle ipocrisie della società, e a colpi di dialoghi serrati conduce il lettore di fronte all'enigma più irrisolvibile di tutti: la verità.Dialoga con l'autore Tommaso Di Dio, poeta e critico.

1Luoghi collegati