Bettinelli, Giorgio

Persona

Si laurea in Lettere all'Università di Roma e dopo frequenti viaggi adolescenziali-giovanili (Asia, Africa) scrive canzoni e poesie; esordisce nel mondo teatrale con Gigi Proietti ("Il Gaetanaccio", regia di Luigi Magni e "Il bugiardo" di Goldoni, regia di Ugo Gregoretti, spettacolo per il quale compone anche la canzone finale), nel Festival dei due Mondi a Spoleto ("Risorgimento", regia di Armando Pugliese), e poi con il "Capitan Fracassa" di Giancarlo Zanetti, nel quale è Scapino. Incide due 45 giri con Claudio Mattone per la Ricordi. Poi parte per un anno in Monzambico al seguito di un progetto Fao, un anno in India senza progetti e due in Indonesia, dove scocca il colpo di fulmine con la Vespa. Nel luglio del 1992 parte infatti da Roma a bordo di una Vespa e nel marzo del 1993 raggiunge Saigon. Nel 1994-95, sempre in Vespa, copre i 36.000 chilometri che separano l'Alaska dalla Terra del Fuoco. Nel 1995-96, con partenza da Melbourne in Australia, arriva a Città del Capo e percorre in dodici mesi più di 52.000 chilometri. Nel 1997 progetta il viaggio dal Cile alla Tasmania, attraverso Americhe, Siberia, Europa, Africa, Asia e Oceania, per 150.000 chilometri nell'arco di tre anni. Strada facendo ha scritto per: "Tuttomoto", "In moto", "L'Unità", "Boxer" de "il manifesto" ed il sito Internet della Piaggio. On the road ha anche imparato sei lingue, nell'ordine: inglese, indonesiano, spagnolo, portoghese, russo, francese. Con Lucio Fabbri prepara un cd musicale con 14 canzoni composte dallo stesso Bettinelli mentre era in giro per il mondo, e ogni canzone ha uno scenario diverso, dall'India ai Caraibi, dal Vietnam al Mozambico, dalle Alpi alle Piramidi eccetera, con altrettanto dispendio di strumenti etnici. Si è spento in Cina nel 2008.

He graduated in Arts at Rome University and, after a number of journeys as a youngster in Asia and Africa, wrote songs, poems etc. He made his debut in theatre with Gigi Proietti ("Il Gaetanaccio", directed by Luigi Magni and "il Bugiardo" by Goldoni, directed by Ugo Gregoretti, for which he also composed the end song). He took part in Festival dei due Mondi in Spoleto ("Risorgimento", directed by Armando Pugliese), and in "Capitan Fracassa" by Giancarlo Zanetti, in the role of Scapino. He recorded two singles with Claudio Mattone for Ricordi. Then he spent a year in Mozambique on a Fao project, a year in India and two years in Indonesia, where he fell in love with Vespa. Indeed, in July 1992 he left Rome on a Vespa and reached Saigon in March 1993. In 1994-5, riding his Vespa, he covers 36,000 Km, from Alaska to the Land of Fire. In 1995-6 he left Melbourne in Australia for Cape Town, covering over 52,000 Km in twelve months. In 1997, he planned a journey from Chile to Tasmania through the Americas, Siberia, Europe, Africa, Asia and Oceania, over than 150,000 Km in three years. On the road, he has written for: "Tuttomoto", "In moto", "L'Unità", "Boxer" of "il manifesto" and Piaggio website. In his travels, he also learnt six languages: English, Indonesian, Spanish, Portuguese, Russian and French, in that order. With Lucio Fabbri, he records a cd with 14 songs that he composed while travelling around the world. Each song has different suggestions from different areas of the world created with ethnical instruments. In his music, one can find echoes from India, the West Indies, Vietnam, Mozambique and from the Alps to the Pyramids. He died in China in 2008.

Bibliografia

"In vespa. Da Roma a Saigon", Feltrinelli Traveller, 1997
"Brum Brum. 254000 km in Vespa", Feltrinelli Traveller, 2002
"Rhapsody in black. In vespa dall'Angola allo Yemen", Feltrinelli Traveller, 2005