Emmer, Michele

Persona

Michele Emmer è professore di Matematica all'Università La Sapienza di Roma. Si occupa inoltre di cinema scientifico, di arte e scienza. Ha organizzato mostre, convegni e realizzato film e video. Collabora con diversi centri scientifici e nel 1996 ha realizzato la parte matematica della Città della Scienza di Napoli. Dal 1997 organizza all'Università Ca' Foscari di Venezia i convegni di Matematica e Cultura. Ha realizzato 18 film della serie Arte e Matematica che hanno fatto il giro del mondo. Di essi ricordiamo "Il nastro di Moebius", "Flatlandia" e uno spettacolare "Bolle di sapone". Ha organizzato e collabora a diverse mostre sul tema Matematica e Arte, in particolare sull'artista grafico olandese M.C.Escher. Ha vinto nel 1998 il premio Galilei per la divulgazione scientifica. Collabora a "L'Unità", "Diario", "Telèma", "Le Scienze", "Saper" e "Galileo".

Michele Emmer is a professor of Mathematics at University La Sapienza in Rome. He also deals with scientific cinema, art and science. He has organized exhibits, conferences and produced movies and videos. He collaborates with various scientific centres and in 1996 he supervised the mathematical aspect of la Città della Scienza di Napoli (Science City in Naples). Since 1997 he has organized conferences on Mathematics and Culture at Ca' Foscari University in Venice. He has produced 18 movies concerning Arts and Mathematics that travelled which have been shown around the world. Amongst them are: "Il nastro di Moebius", (Moebius' tape), "Flatlandia" and a spectacular "Bolle di sapone" (Soap Bubbles). He has organized and taken part in many exhibits on Mathematics and Art, in particular on the Dutch graphic artist M.C. Escher. In 1998 he won Galilei Prize for scientific popularization. He writes for "L'Unità", "Diario", "Telèma", "Le Scienze", "Saper" and "Galileo".

Bibliografia

"Il fascino enigmatico di Escher", CUEN, 1989
"La perfezione visibile", Theoria, 1991
"Lo specchio della felicità", Ponte alle Grazie, 2000
"Mathlandia. Dal mondo piatto alle hypersuperfici", Testo&Immagine, 2003