Ventavoli, Bruno

Persona

Giornalista de "La Stampa" e traduttore dall'ungherese, vive e lavora a Torino. È autore di gialli ambientati ora in ambito mitologico, ora nelle periferie delle grandi città dell'Italia del nord, tra pornografia, prostituzione, immigrazione clandestina e nuova tratta degli schiavi, animando trame ben congegnate con una scrittura briosa e immaginifica, ricca di metafore sorprendenti. In "Al diavolo la celebrità" ha ricostruito la carriera cinematografica di Stefano Vanzian, in arte Steno.

Journalist for "La Stampa" and translator from the Hungarian, he lives and works in Turin. His detective stories are now mythologic, now set in the suburbs of Northern Italy's cities. Pornography, prostitution, illegal immigration and new slave trade are some of the subjects the writers deals with in his novels. His plots are well-constructed and his writing sprightly, figurative and full of astonishing metaphors. In "Al diavolo la celebrità" he rebuilt the film career of Stefano Vanzian, on the stage Steno.

Bibliografia

"Assassinio sull'Olimpo", Rusconi, 1995
"Pornokiller", E/O, 1995
"Amaro Colf", E/O, 1997
"Al diavolo la celebrità", Lindau, 2000
"Baroque" con B. Biamino, Edizioni del Capricorno, 2002

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana