Chiziane, Paulina

Persona

Paulina Chiziane è nata a Manjacaze, nel sud del Mozambico, nel 1955. Durante la guerra civile ha collaborato con la Croce Rossa Internazionale in alcune delle zone più colpite dal conflitto e attualmente lavora per conto di organizzazioni internazionali in Zambesia. Nel 1990 ha pubblicato "Balada de Amor ao Vento", diventando così la prima donna mozambicana a scrivere un romanzo. Grazie a opere come "Ventos do Apocalipse" e "Il settimo giuramento", si è presto imposta come una delle voci più intense e originali del panorama letterario in lingua portoghese e come una delle più significative esponenti della nuova letteratura africana. Con "Niketche. Una storia di poligamia" ha vinto il prestigioso Premio José Craveirinha, assegnato dalla Associazione degli Scrittori Mozambicani, al miglior romanzo dell'anno. Le sue opere sono state tradotte in molte lingue, tra cui il francese, lo spagnolo e il tedesco.

Paulina Chiziane was born in 1955 in Manjacaze, Southern Mozambique. During the civil war she worked fro the International Red Cross in some of the worst-affected areas and she is now working for some international organizations in Zambesia. In 1990, she published "Balada de Amor ao Vento" [Love Dance for the Wind] thus becoming the first Mozambican Woman to have written a novel. Thanks to books such as "Ventos do Apocalipse" [Winds of Apocalypse] and "The Seventh Oath", she soon became one of the most intensive and original voices of the Portuguese-speaking world literature and one of the most prominent figures of the new African literature. With "Niketche. A Story of Polygamy", she won the prestigious José Craveirinha Prize awarded by the Association of Mozambican Writers to the best novel of the year. Her books have been translated into many languages including French, Spanish and German.

Bibliografia

"Il settimo giuramento", La Nuova Frontiera, 2003
"Niketche. Una storia di poligamia", La Nuova Frontiera, 2006

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana