Tokou, Lawa

Persona

Lawa Tokou vive nel Benin Settentrionale. Ama definirsi un griot moderno: ha infatti una bottega a Natitingou, nel nord del Benin, ma la sua specialità, sin da ragazzo, è raccontare storie. Animali, o uomini e donne, ma sempre con una morale. Le sue storie, raccolte dall'antropologo Marco Aime in "Gli stranieri portano fortuna" (Epoché) ci rendono partecipi della saggezza del suo popolo, i taneka, attraverso una serie di racconti orali tramandati di generazione in generazione. Marco Aime li ha trascritti alternandoli con i suoi appunti di viaggio in questo paese, che frequenta da diversi anni, offrendo così uno sguardo sui rapidi cambiamenti e le contraddizioni in cui si muove l'Africa attuale, dove è quasi impossibile tracciare una linea fra tradizione e modernità. Lo stile colloquiale e diretto dei racconti di questo «griot di città» si sposa perfettamente con la prosa di Marco Aime, in grado di dipingere un'atmosfera a partire da un dettaglio. Così la lepre, la radice, la moglie gelosa, l'uomo che voleva sposare la figlia del re sono tra i personaggi che animano le storie di Lawa sui valori della vita, immutabili a prescindere dal tempo e dal luogo, ma raccontati in un contesto sociale in forte evoluzione.

English version not available

Bibliografia

"Gli stranieri portano fortuna", con Marco Aime, Epoché, 2007

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana