Ranchetti, Michele

Persona

Michele Ranchetti è nato a Milano nel 1925 e dal 1967 si trasferisce a Firenze dove ha insegnato Storia della Chiesa all'Università fino al 1998. Autore fuori da ogni genere e schema, dopo essere stato segretario personale di Adriano Olivetti, ha lavorato come consulente editoriale per Feltrinelli, Adelphi, Boringhieri, Quodlibet, dove negli ultimi hanni ha diretto la collana Verbarium. Studioso di Wittgenstein, traduttore di Freud, Celan e Rilke ha pubblicato la sua prima raccolta di poesia, "La mente musicale", nel 1988, e la seconda, "Verbale", nel 2001, che gli valse il Premio Viareggio. Ha curato l'edizione della "Bibbia" tradotta da Giovanni Diodati.

Engòlish version not available

Bibliografia

"Cultura e riforma religiosa nella storia del modernismo", Einaudi, 1963
"La mente musicale", Garzanti, 1988
"Gli ultimi preti. Figure del cattolicesimo contemporaneo", Edizioni Cultura della Pace, 1997
"Chiesa cattolica ed esperienza religiosa", Edizioni di storia e letteratura, 1999
"Etica del testo", Edizioni di storia e letteratura, 1999
"La psicoanalisi e l'antisemitismo", (con Mauro Bertani), Einaudi, 1999
"Lo spettro della psicoanalisi", Edizioni di storia e letteratura, 2000
"Verbale", Garzanti, 2001
"Scritti in figure", Edizioni di storia e letteratura, 2002
"Non c'e piu religione. Istituzione e verità nel cattolicesimo italiano del Novecento", Garzanti, 2003
"Poesie ultime e prime", Verbarium Quodlibet, 2008
"Scritti diversi. Vol. 4: Ulteriori e ultimi" (2000-2008), a cura di Fabio Milana, Edizioni di storia e letteratura, 2010

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana