Mazzon, Guido

Persona

Nato nel 1946 a Milano, Guido Mazzon è un trombettista jazz. Conseguita la laurea in Scienze Biologiche nel 1961, decide di dedicarsi all'attività musicale mettendo a frutto gli studi compiuti sin da giovanissimo sotto la guida di Alvaro Persenico, prima tromba dell'Orchestra della Scala di Milano. Negli anni '70 è a capo del Gruppo Contemporaneo con il quale porta la sua musica jazz in giro per l'Italia e l'Europa, collaborando anche con moltissimi artisti internazionali del calibro di Cecil Taylor, Evan Parker e Peter Kowald. Dal 1990, in qualità di solista e compositore, entra a far parte della Italian Instabile Orchestra che si esibisce in numerosi jazz festival italiani ed europei. Nel frattempo, dall'incontro con la coreografa Piera Principe, ideatrice del progetto "La poesia della vita", nasce "L'eredità ideale", uno spettacolo dedicato a Pier Paolo Pasolini. Sempre aperto a nuove sperimentazioni, fonde e armonizza spesso generi diversi come accade con il concerto-performance "Apro il silenzio", liberamente ispirato alla "Via Crucis" di Franz Liszt e realizzato insieme alla Principe. Oltre all'attività di musicista, Guido Mazzon si dedica anche all'insegnamento: organizza seminari di improvvisazione e di composizione di jazz contemporaneo. Dal 2003 collabora con il gruppo rock Jerrinez e nel 2008 pubblica "La tromba a cilindri. La musica, io e Pasolini", un' autobiografia scritta a quattro mani con il giornalista Guido Bosticco.

English version not available

Bibliografia

"La tromba a cilindri. La musica, io e Pasolini", con Guido Bosticco, Ibis, 2008