Gaye, Cheikh Tidiane

Persona

Cheikh Tidiane Gaye è nato in Senegal, vive e lavora a Milano ed è divenuto poeta in Italia. Le sue raccolte ("Il canto del Djali", "Ode nascente") realizzano quell'idea di «carrefour multiculturale» che Gaye indica come fine primo del suo fare poesia: sogni e melodie d'Africa trovano voce in italiano. Ha ottenuto significativi riconoscimenti letterari ed è presente sulla scena culturale italiana attraverso interventi, letture e performance poetiche che testimoniano una coerente partecipazione alla vita del suo nuovo paese. Nel 2003 partecipa al concorso Genova città della poesia europea, dove viene premiato per l'opera "A mio padre Mandela".Viene premiato al concorso di poesia Sulle orme di Ada Negri a Lodi e riceve una menzione speciale al IX Concorso Internazionale Trieste Scritture di Frontiera, il Premio Letterario internazionale dedicato ad Umberto Saba. Da sempre partecipa a diversi incontri sulle tematiche legate all'Africa, all'integrazione, all'intercultura e alla Letteratura della Migrazione.

English version not available

Bibliografia

"Il giuramento", Liberodiscrivere, 2002
"Mery, principessa albina. Racconto di un sogno africano", Edizioni dell'Arco, 2005
"Il canto del djali. Voce del saggio, parole di un cantore", Edizioni dell'Arco, 2007
"Tormenti-Callweer. Testo wolof a fronte", Edizioni dell'Arco, 2009
"Ode nascente-Ode naissante", Edizioni dell'Arco, 2009