Haber, Alessandro

Persona

Alessandro Haber al Festivaletteratura 1999 - ©Festivaletteratura

Alessandro Haber è nato a Bologna il 19 gennaio 1947. Già da ragazzino sogna di recitare, proprio quando, insieme al padre rumeno e alla mamma italiana, trascorre gran parte della sua infanzia in Israele. A nove anni torna in Italia e rimane fedele a quel sogno che lo porta, appena ventenne, ad ottenere una parte in "La Cina è vicina" (Marco Bellocchio, 1967) e poi a lavorare con registi come i Taviani, Fellini, Bertolucci e Damiani. Dopo il film di Avati, "Regalo di Natale", arriva il meritato successo che premia la tenacia e la professionalità tipiche di un attore di razza. Anche a teatro ottiene unanimi consensi, recitando "Orgia" di Pasolini e "Woyzeck" di Buchner. Negli anni 90 si misura con ruoli sempre diversi, in un modo o nell'altro travolgenti, come in "Parenti serpenti" (Mario Monicelli, 1992) o nei tre film di Pieraccioni ("I laureati", 1995; "Il ciclone", 1996 e "Fuochi d'artificio", 1997). In seguito rivela un altro grande talento: scrive e canta canzoni, organizzando concerti insieme a Mimmo Locasciulli. Già dal suo primo CD "Haberrante" dimostra di essere un interprete sicuro e raffinato.

Alessandro Haber was born in Bologna on 19th January 1947. Already as a boy he dreamt of acting, in Israel where he spent most of his childhood with his Rumanian father and Italian mother. When he was nine years old, he came back to Italy and pursued his dream by obtaining, when only twenty, a part in "La Cina è vicina" (Marco Bellocchio, 1967) and then worked with directors such as the Tavianis, Fellini, Bertolucci and Damiani. After Avati's movie "Regalo di Natale" , he attained his well-earned success rewarding the tenacity and professionalism of a good breed actor. He is also very successful in the theatre with "Orgia" by Pasolini and "Woyzeck" by Buchner. In the 90's, he pitted his strength against various and overwhelming roles, such as in "Parenti serpenti" (Mario Monicelli, 1992) or in the three movies by Pieraccioni ("I laureati", 1995; "Il ciclone", 1996 and "Fuochi d'artificio", 1997). He then showed another of his great talents: he writes and sings songs, organising concerts with Mimmo Locasciulli. Already since his first CD "Haberrante", he has proved himself as a refined and confident interpreter.

Bibliografia

Non disponibile

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana