05/09/2002

BUKOWSKI


2002_09_05_045

Anteprima nazionale


In una vecchia stanza trasandata è accampato Bukowski: tra sedie sfondate, strumenti musicali, bottiglie vuote e una miriade di gatti randagi, ci racconta il suo congedo dalla vita. Alessandro Haber - nei panni dello scrittore - canta, irride, si traveste da donna, gioca con parole e musica, raccontandoci l'idea della vita di Bukowski: dal sesso alla birra, dalla musica alla letteratura. L'evento 045 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Originariamente il suo svolgimento era previsto presso Piazza Castello.


English version not available

Italiano

Teatro Sociale gremito ieri sera per l'attesissimo spettacolo di Alessandro Haber nei panni di un Bukowski ormai stanco di una vita da scrittore fallito, passata accanto «a pochi amici e prostitute o ex, alcoliste impasticcate», perennemente attaccato al collo della bottiglia. Il bravissimo attore camminando su e giù per la sua camera ricreata sul palco con attenta cura nei dettagli, tra vestiti, bottiglie vuote, gatti e stralci dei suoi stessi racconti, si è esibito entusiasmando il folto pubblico, esordendo travestito da donna, recitando versi tratti da uno dei più grandi capolavori di Bukowski, "Pulp", alternando parti recitate a vere e proprie canzoni, accompagnate da partecipi musicisti le cui note si fondevano alla voce in un crescendo di emozioni palpabili del pubblico attentissimo. Un applauso scrosciante è risuonato nel teatro a sipario calato e Haber, quasi commosso, ringraziando e promettendo una prossima esibizione a Mantova, ha concesso il bis di un pezzo musicale, coinvolgendo di fatto il pubblico presente, trovatosi a cantare insieme a lui.

1Persone correlate

1Luoghi collegati