Liking, Werewere

Persona

Werewere Liking è nata a Bondé (Camerun) nel 1950. E' una personalità eclettica, e si è occupata di scrittura - pubblicando libri di generi diversi - poesia, teatro, cinema, pittura e scultura. Stabilitasi in Costa d'Avorio nel 1978, ha prima lavorato come ricercatrice all'Università di Abidjan e poi ha creato il Villaggio Ki-Yi che in lingua baassa vuol dire sapere ultimo. È un foyer di artisti di diverse nazionalità africane dove si tengono mostre, si offrono spettacoli teatrali, si fa ricerca. Nei suoi lavori troviamo l'Africa con le sue contraddizioni, le sue aspirazioni consce e inconsce, i suoi fallimenti e i suoi vizi. A chi le chiede se si sente più artista camerunese o ivoriana, risponde: «Africana, molto semplicemente». Lavorare e vivere in Africa, arricchirsi della mescolanza delle culture e delle arti, questo il credo della signora del teatro africano.

English version not available

Bibliografia

"Orfeo africano", L'Harmattan-Italia, 1996
"Il parlare cantando. Edizione bilingue francese-italiano delle opere La vedova Diyilem (Dilemma), Il bambino Mbene", L'Harmattan Italia, 2003
"La memoria amputata. Madri Naja e Zie Roz. Canto-romanzo", Baldini Castoldi Dalai, 2006

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana