Guglielmi, Libereso

Persona

Libereso Guglielmi, «il giardiniere» come ama autodefinirsi, è nato a Bordighera, è stato allievo di un insigne maestro di botanica, il professor Mario Calvino, direttore negli anni Quaranta della stazione sperimentale di floricoltura di San Remo, padre dello scrittore Italo Calvino. Libereso rimase per ben 10 anni, prima come borsista, poi come sperimentatore, accanto al professor Mario, tant'è vero che il primo racconto che Italo Calvino scrisse nel 1940 a soli 17 anni è dedicato a lui, coetaneo ed amico d' infanzia, ne fa un ritratto completo da cui traspare lo spirito di vita di questo «ragazzo-giardiniere» ed il suo rapporto con la natura. Il brano si intitola "Un pomeriggio Adamo" ed è contenuto nei racconti "I Racconti". Fu quindi il padre dello scrittore Italo Calvino a svelargli i segreti del mondo vegetale. Alla sua morte, nel 1951 ha assunto la direzione di una azienda brasiliana di orchidee dell'Italia meridionale. Successivamente si è trasferito in Inghilterra dove è rimasto per 12 anni svolgendo attività di capo-giardiniere del Giardino Botanico Middleton House e del Giardino delle Erbe dell'Università di Londra. Da lì è ritornato in Italia nel 1970 con la famiglia che nel frattempo aveva formato in Inghilterra, e su incarico del Credito Italiano, dal 1975, ha rimesso a nuovo i 40 ettari del Parco di Villa Gernetto a Lesmo. È stato un lavoro duro ma molto gratificante tanto che è riuscito a salvare piante di oltre 300 anni e creare una vera e propria oasi per gli animali selvatici.

English version not available

Bibliografia

"Libereso, il giardiniere di Calvino", Muzzio, 1993
"Il giardino segreto dei Calvino. Immagini dall'album di famiglia tra Cuba e Sanremo", edizione italiana e inglese, A cura di Paola Forneris, Loretta Marchi, De Ferrari & Devega, 2004
"Libereso, il giardiniere di Calvino. Da un incontro di Libereso Guglielmi con Ippolito Pizzetti", GEM Edizioni, 2009

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana