Spina, Alessandro

Persona

Alessandro Spina al Festivaletteratura 2011 - ©Festivaletteratura

Alessandro Spina, nato nel 1927 in Siria, è un particolarissimo scrittore, scrive in un italiano, classico e attuale, attualmente vive in una piccola cittadina vicino a Brescia. Inclassificabile dal punto di vista delle correnti e categorie culturali, lontano e indifferente rispetto all' avanguardia e al romanzo tradizionale, Spina ha pubblicato romanzi e racconti, che gli hanno valso l' incondizionato amore di autori quali Cristina Campo, Elémire Zolla o Vanni Scheiwiller, ma non lo hanno sostanzialmente strappato al suo isolamento. Impegnato per lunghissimo tempo nella stesura del ciclo africano di romanzi e racconti, i cui undici tomi sono stati prima pubblicati separatamente e poi nel 2006 riuniti in un solo volume: "I confini dell'ombra" (Premio Bagutta 2007) nei suoi scritti rievoca una società occidentale in età già postcoloniale, sulle rive settentrionali dell'Africa, incontro fra persone di diversa formazione culturale, in un ambiente a tutti estraneo. Muore l'11 luglio 2013.

Born in Syria in 1927, Alessandro Spina is a peculiar writer able to write in classic yet modern Italian. He lives in a small town near Brescia. From a cultural current and category point of view, he defines any classification. Indifferent and far-removed from avant-garde and traditional movements, Spina has written novels very much loved by authors such as Cristina Campo, Elémire Zolla or Vanni Scheiwille, but this has not changed his position. He spent a very long time writing his African series of novels and stories which in 2006 were collected in: "I confini dell'ombra" (Premio Bagutta 2007). In his books he writes about post-colonial Western society on the Northern Africa shores where people with different cultural background meet in an environment alien to all of them. He died on 11th July 2013.

Bibliografia

"Tempo e corruzione", Garzanti, 1962
"Storie di ufficiali", Mondadori, 1967
"Il giovane maronita", Rusconi, 1971
"Ingresso a Babele", Rusconi, 1976
"Il visitatore notturno", All'insegna del pesce d'oro, 1979
"Le notti del Cairo, o L'arte di ereditare", Scheiwiller, 1986
"La commedia mentale", Scheiwiller, 1992
"Conversazioni in Piazza Sant'Anselmo e altri scritti. Per un ritratto di Cristina Campo", Scheiwiller, 1993 (Morcelliana, 2002)
"Nuove storie di ufficiali", 1994, Ares
"La riva della vita minore", Mondadori, 1997
"L'oblio. Ventiquattro storie coloniali", Ares, 2004
"I confini dell'ombra", Morcelliana, 2006
"Carteggio", Morcelliana, 2007
"Altre sponde. Tre romanzi brevi", Morcelliana, 2008
"Diario di lavoro. Alle origini de «I confini dell'ombra»", Morcelliana, 2010