Bertolucci, Bernardo

Persona

Bernardo Bertolucci al Festivaletteratura 2011 - ©Festivaletteratura

Figlio del celebre poeta e critico letterario Attilio Bertolucci, Bernardo nasce nel 1941 nei dintorni di Parma, a pochi chilometri dalla tenuta dove abitò Giuseppe Verdi. Trascorre la sua infanzia in campagna e a quindici anni, con una cinepresa 16 mm, realizza i suoi primi cortometraggi, "La teleferica" e "Morte di un maiale". Nel frattempo si trasferisce a Roma con la famiglia, si iscrive alla Facoltà di Lettere Moderne e si dedica alla poesia. Nel 1962, vince il Premio Viareggio Opera Prima per il libro in versi "In cerca del mistero". Nello stesso anno, Bertolucci abbandona l'università per lavorare come assistente alla regia in "Accattone". Nel 1964 realizza "Prima della rivoluzione" e più tardi collabora con Sergio Leone alla sceneggiatura di "C'era una volta il West". Dopo "Partner", con "La strategia del ragno", inizia la sua straordinaria collaborazione con il mago della fotografia Vittorio Storaro. Agli inizi degli anni Settanta e Bertolucci, anche grazie a "Il conformista", guadagna la fama internazionale, nonché la prima nomination all'Oscar per la migliore sceneggiatura. Nel 1972 è la volta di "Ultimo tango a Parigi", pellicola che scatena la censura e viene ritirata dalle sale cinematografiche. Mandata al rogo con una sentenza della Cassazione, sopravvive grazie a una sola copia depositata in cineteca, grazie all'intervento del Presidente della Repubblica. Nel 1976, Bertolucci realizza il kolossal "Novecento" e più tardi il suo più clamoroso successo, "L'ultimo imperatore", che ottiene 9 premi Oscar, 9 David di Donatello e 4 Nastri d'Argento. Dopo "Il tè nel deserto" e "Il piccolo Budda", Bertolucci torna a girare in Italia con "Io ballo da sola". Nel 2003 gira "The Dreamers" e successivamente riceve i riconoscimenti del Leone d'oro alla carriera al Festival di Venezia nel 2007 e nel 2011 la Palma d'oro onoraria di Cannes. "La mia magnifica ossessione" è il libro che, nelle sue parole: «non sapevo di aver scritto».

Son of the famous poet and literary critic Attilio Bertolucci, Bernardo was born in 1941 near Parma, not too far away where Giuseppe Verdi lived. He spent his childhood in the countryside and when he was 15 he started shooting his first shortfilms, "La Teleferica" and "Morte di un maiale" in 16mm. Meanwhile he moved to Rome with his family, enrols in a Modern Literature course at university and approaches poetry. In 1962 he wins the Viareggio Prize Opera Prima for his book in verses "In cerca del mistero". The same year he drops out of university to work as an assistent directorn on "Accattone". In 1964 he realizes "Prima della rivoluzione", later he collaborates with Sergio Leone on the script of "C'era una volta il west". After "Partner", with "La strategia del ragno" he begins his remarkable collaoration with the magician of photography Vittorio Storaro. In the early 1970s, also thanks to "Il conformista", he gets internationally known, and is nominated for the Oscar for Best Screenplay. In 1972 he became famous for "Last Tango in Paris", censored and prohibited in all cinemas. The movie survives thanks to a copy kept in a library, and thanks to a presidential act. In 1976 he produced the colossal "Novecento" and later on his most famous film "The Last Emperor" winning 9 Oscar prizes, 9 Davids and 4 Silver Ribbons. After "Il tè nel deserto" and "Il piccolo Budda", Bertolucci returns to Italy, shooting "Io ballo da sola". In 2003 he produces "The Dreamers" and in 2007 recieves the Golden lion at the Venice Film festival for his work, followed in 2011 by the Golden Palm of honor in Cannes.

Bibliografia

"La mia magnifica ossessione. Scritti, ricordi, interventi (1962-2009)", a cura di Fabio Fancione e Piero Spilla, Garzanti, 2011