Colin, Gianluigi

Persona

Gianluigi Colin al Festivaletteratura 2011 - ©Festivaletteratura

Gianluigi Colin è nato nel 1956. Da anni affronta i temi dei linguaggi della comunicazione contemporanea. La sua è una ricerca artistica dal forte impegno etico e civile che utilizza materiali esistenti, citazioni continue del vivere quotidiano tra il presente e la memoria. Ha esposto in numerose città in italia e all'estero: sue personali a Milano, al Palazzo dell'Arengario (1998); alla Uma Gallery di New York (1999); al museo Crac di Valence (2000), al Museo Recoleta di Buenos Aires (2002). Nel marzo del 2001, con un happening a Milano presso la casa editrice Charta (durante il quale ha realizzato in tempo reale alcune opere con la partecipazione del pubblico) ha dato vita a un progetto dal titolo: "Vie di memorie". Le sue opere sono raccolte in musei e collezioni in Italia e all'estero. Gianluigi Colin è art director e responsabile dell'immagine del Corriere della Sera. Inoltre, per il quotidiano di via Solferino, si occupa di critica della fotografia e scrive di design. Ha insegnato per alcuni anni all'Istituto di Conservazione dei Beni culturali dell'Università di Parma con il corso "Teoria e tecniche dei nuovi media" e all'Università Cattolica di Milano al master di specializzazione di Comunicazioni sociali. È autore di alcuni libri: ha curato "Formato Corriere"(Art&, 1990), un volume dedicato al "Corriere della Sera". Ha poi realizzato "Il disegno delle parole" (Rizzoli, 1994). "Imprimatur" (Federico Motta editore, 1998). Ha infine pubblicato "Presint Storic" (Colonos, 1999) e "La fabrique du present" (Crac, 2000).

Gianluigi Colin was born in 1956. He has worked on the language of contemporary communication for a number of years. His artistic research is a strong ethical and civil approach of material, citations of everyday life between past and present. His works have been exhibited in many Italian and foreign cities: at Palazzo dell'Arengario in Milan (1998); Uma Gallery in New York (1999), Crac in Valence (2000), Recoleta Museum in Buenos Aires (2002). In March 2001 he produced a happening at the publishing house Charta in Milan (during which he realized some works in real time with the audience's participation), beginning the project entitled "Vie di memorie" (Ways of Memory). His works are collected by museums and collections in Italy and abroad. Gianluigi Colin is the art director and the image responsible of "Corriere della Sera". Furthermore, he writes on photography ad design. For some years he taught the course "Teoria e tecniche dei nuovi media" at the Istituto di Conservazione dei Beni Culturali at the University of Parma, and the Master in Social Communication at the Catholic University of Milan. He is the author of some books: he edited "Formato Corriere" (Art &, 1990), a volume dedicated to the "Corriere della Sera". Furthermore he wrote "Il disegno delle parole" (Rizzoli, 1994), "Imprimatur" (Federico Motta 1998), "Presint Storic" (Colonos, 1999) and "La fabrique du present" (Crac, 2000).

Bibliografia

"Il disegno delle parole", Rizzoli, 1994
"Imprimatur", Federico Motta editore, 1998
"Presint Storic", Colonos, 1999
"La fabrique du present", Crac, 2000 (2002)
"Vie di memoria", Charta, 2003
"Assenze", Fotografia Italiana Edizione, 2007