Wallraff , Günter

Persona

Günter Wallraff al Festivaletteratura 2013 - ©Festivaletteratura

Günter Wallraff è un'icona del giornalismo internazionale, celebre per il suo impegno politico e per le sue inchieste nei più disparati ambienti sociali. Nato nel 1942 a Burscheid, in Renania, nel cuore di uno dei più importanti distretti industriali e minerari tedeschi, dopo il diploma intraprende la formazione come libraio, conclusasi nel 1962. In seguito lavora come operaio in varie industrie metallurgiche ed estrattive. Dal reiterato contatto con le asprezze e le ingiustizie del mondo del lavoro, nel 1966 nasce una prima serie di reportage, "Wir brauchen dich. Als Arbeiter in deutschen Industriebetrieben", a cui fa seguito, nel 1969, la raccolta dal titolo "13 unerwünschte Reportagen" ("Tredici reportage scomodi"). Il suo principio investigativo consiste nell'esperire in prima persona la realtà che intende mettere in luce, lavorando il più possibile sotto copertura. Il metodo diventa talmente popolare che il Dizionario dell'Accademia di Svezia introduce tra le proprie voci il lemma «wallraffa», proprio con il significato di «condurre un'inchiesta giornalistica sotto falsa identità». Nel corso degli anni Settanta firma popolarissimi reportage sui senza tetto, sugli immigrati e gli extracomunitari, fino all'inchiesta-scandalo sui metodi giornalistici praticati dalla "Bild Zeitung", uno dei quotidiani più letti della Germania. Nel 1985 mette a segno un altro servizio epocale spacciandosi per Ali, un operaio turco dell'industria pensante, e denunciando i soprusi subiti dai lavoratori immigrati ("Faccia da turco"). Nei decenni successivi seguono ulteriori inchieste, sia in patria che all'estero. "Germania anni Dieci" raccoglie alcuni dei suoi ultimi contributi dedicati al tema del lavoro.

Günter Wallraff is an international journalism icon, well known for his political involvement and his investigations in various social environments. Born in 1942 in Burscheid, Rhineland, at the heart of one of Germany's most important mining and industrial areas, he was soon educated to become a bookseller. He then worked in factories in the mining industry. The injustice experienced at work inspired him to write his first report ""Wir brauchen dich. Als Arbeiter in deutschen Industriebetrieben" followed by "13 unerwünschte Reportagen". His inquiring method involves first-hand experience, working undercover. His method has become so popular that the Swedish Academy Dictionary introduced the entry "Wallraffa", meaning to conduct a journalistic enquiry undercover. In the '70s he created surveys on homeless people and immigrants. In 1985 he wrote another report under the name of Ali, a heavy industry worker from Turkey and reporting the abuses of immigrant workers.

Bibliografia

"Faccia da turco. Un 'infiltrato speciale' nell'inferno degli immigrati", Pironti, 1986 
"Notizie dal migliore dei mondi. Una faccia sotto copertura", L'orma editore 2012
"Germania anni Dieci. Faccia a faccia con il mondo del lavoro", L'orma editore, 2013