Cappelli, Gaetano

Persona

Gaetano Cappelli al Festivaletteratura 2014 - © Festivaletteratura

Gaetano Cappelli è nato a Potenza nel 1954, dove risiede e lavora. Prima dell'esordio come romanziere si è occupato di musica rock e minimalista, pubblicando insieme al fratello Tomangelo l'opuscolo "Minimal, trance music e elettronica incolta" (1982). Nel 1988 firma per Marsilio "Floppy disk", a cui seguono negli anni il romanzo nero "Febbre", Mestieri sentimentali", "I due fratelli" e una decina di altre opere. Autore dalla prosa ricca e piena di colore, capace di muoversi con naturalezza tra saghe familari, commedie degli equivoci e satire di costume, con "La vedova, il Santo e il segreto del pacchero estremo" e "Parenti lontani" si è aggiudicato rispettivamente il premio Hemingway e il Premio Internazionale John Fante, mentre "Storia controversa dell'inarrestabile fortuna del vino Aglianico nel mondo", tradotto in Francia e Germania, gli è valso il titolo di Chevalier de la Confrérie du Tastevin di Borgogna e il premio speciale dell'Università degli Studi di Camerino. Scrive sul "Corriere della Sera", "Il Messaggero", "Panorama", Facebook e Twitter.

English version not available

Bibliografia

"Floppy disk", Marsilio 1988
"Febbre", Mondadori 1989
"Mestieri sentimentali", Frassinelli 1991
"I due fratelli", De Agostini, 1994
"Volare basso", Frassinelli, 1994 (Marsilio, 2009)
"Errori", Mondadori, 1996
"Parenti Lontani", Mondadori, 2000 (Marsilio, 2011)
"Il primo", Marsilio, 2005 (2013)
"Storia controversa dell'inarrestabile fortuna del vino Aglianico nel mondo", Marsilio, 2007
"La vedova, il Santo e il segreto del Pacchero estremo", Marsilio 2008 (2012)
"Canzoni della giovinezza perduta", Marsilio, 2010
"Baci a colazione", Marsilio, 2011
"Romanzo irresistibile della mia vita vera raccontata fin quasi negli ultimi e più straordinari sviluppi", Marsilio, 2012
"Stelle, starlet e adorabili frattaglie", Mondadori-Electa, 2014
"Storie scritte sulla sabbia", Marsilio, 2014