Daverio, Philippe

Persona

Philippe Daverio al Festivaletteratura 2014 - ©Festivaletteratura

Gallerista, saggista e docente universitario, Philippe Daverio è nato il 17 ottobre 1949 a Mulhouse, in Alsazia, da padre italiano e madre alsaziana. Ha frequentato i corsi di laurea in Economia e Commercio all'Università Bocconi e nel tempo ha dato vita a due gallerie a Milano e a New York, specializzandosi in arte italiana del XX secolo (futurismo, metafisica, scuola romana). Nel 1981 ha inaugurato una casa editrice e nel 1984 una libreria, sempre a Milano. Opinionista per periodici come "Panorama", "Liberal" e "Vogue", consulente per la casa editrice Skira e direttore della rivista "Art e Dossier", negli anni si è sempre più accostato al mezzo televisivo: nel 1999 come inviato speciale della trasmissione di Rai 3 "Art'è" e nel 2000 come conduttore del programma "Art.tu", sempre su Rai 3. La consacrazione definitiva avviene con la conduzione di "Passepartout", un classico della programmazione Rai andato in onda fino al 2011, e con "Emporio Daverio", un viaggio settimanale attraverso le città e le bellezze artistiche d'Italia della durata di mezz'ora, tutt'ora in onda su Rai 5. Dal 1993 al '97 è stato assessore alla cultura e all'educazione del Comune di Milano, dove si è occupato del rilancio di Palazzo Reale, del suo restauro e del riposizionamento del sistema museale nell'insieme del patrimonio civico. Consulente artistico del progetto Genus Bononiae' della Fondazione Carisbo nel 2011, nello stesso anno fonda il movimento d'opinione Save Italy', nato per sensibilizzare i cittadini alla conservazione dell'eredità culturale del Paese. È Professore ordinario alla Facoltà di Architettura dell'Università di Palermo e Professore incaricato al Politecnico e allo IULM di Milano.

English version not available

Bibliografia

"Opera grafica e vetraria. Con uno scritto di Gio Ponti e una testimonianza di Aldo Salvadori", a cura di Philippe Daverio, con P. Baldacci, Galleria Philippe Daverio, 1977
"Roma tra espressionismo barocco e pittura tonale. 1929-1943", a cura di Philippe Daverio, con M. Fagiolo dell'Arco e N. Vespignani, Mondadori-Philippe Daverio, 1984
"Ver sacrum", Valentina Edizioni, 2004
"Arte stupefacente. Da Dada alla Cracking art", Mazzotta, 2004
"Il design nato a Milano. Storia di ragazzi di buona famiglia", Poli.Design, 2005
"Un'altra storia del design e un modesto tentativo di interpretazione", Poli.Design, 2005
"Tino Stefanoni in terra di Siena", con T. Stefanoni, Corraini, 2006
"13x17. 1000 artisti per un'indagine eccentrica sull'arte in Italia", a cura di Philippe Daverio e Jean Blanchaert, Rizzoli, 2007
"L'arte è la nave", Skira-Costa, 2008
"Costellazioni. Cannavacciuolo. Jori. Massini", Bononia University Press, 2009
"L'avventura dei Mille. La spedizione di Garibaldi attraverso i disegni ritrovati di Giuseppe Nodari", a cura di Philippe Daverio, Rizzoli, 2010
"Ananke. Stefania Pennacchio", con J. Blanchaert, Editoriale Giorgio Mondadori, 2010
"Giorgio Milani. Il libro delle lettere", Skira, 2010
"Giuseppe Antonello Leone", Skira, 2010
" Il museo immaginato", Rizzoli, 2012
"L'arte di guardare l'arte", Giunti, 2012
"Il secolo lungo della modernità. Il museo immaginato", Rizzoli, 2012
"Pensare l'arte", Aboversorio, 2013
"Le anime del paesaggio. Spazi, arte, letteratura", con Sebastiano Vassalli e Flavio Caroli, Interlinea, 2013
"Guardar lontano veder vicino. Esercizi di curiosità e storia dell'arte", Rizzoli, 2013