Ernaux, Annie

Persona

Annie Ernaux al Festivaletteratura 2014 - ©Festivaletteratura

Scrittrice amata da generazioni di lettori e studenti francesi, Annie Ernaux è nata a Lillebonne nel 1940 ed è cresciuta in Normandia. Figlia di droghieri, dopo gli studi in lettere a Rouen lavora come insegnante. Nel 1974 pubblica "Les Armoires vides", romanzo in cui la protagonista, Denise Lesur, è una donna che si misura con l'esperienza del divorzio. Negli anni la sua poetica assume un taglio sempre più autobiografico: la famiglia e le stagioni della sua esistenza divengono così l'osservatorio privilegiato dell'universo sociale che la circonda e la materia viva dei romanzi che la consacrano al grande pubblico, da "Ce qu'ils disent ou rien" (1977) e "La femme gelée" (1981), fino ai più recenti "L'usage de la photo" (2005) e "Les années" (2008). Studiata e pubblicata in tutto il mondo, la sua opera è stata celebrata dall'editore Gallimard, che nel 2011 ne ha raccolto gli scritti principali in un unico volume. "La Place" (Il posto"), romanzo incentrato sulla figura del padre e vincitore del Prix Renadout 1984, è ritenuto uno dei suoi capolavori ed esce per la prima volta in Italia nel 2014.

English version not available

Bibliografia

"Una vita di donna", Guanda, 1988
"Passione semplice", Rizzoli, 1992 (2013)
"Diario della periferia", Rizzoli, 1994
"Gli armadi vuoti", Rizzoli, 1996
"Non sono più uscita dalla mia notte", Rizzoli, 1998
"L'onta", Rizzoli, 1999
"Il posto", L'orma editore, 2014

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana