Panatta, Adriano

Persona

Adriano Panatta al Festivaletteratura 2014 - ©Festivaletteratura

Ex tennista e sportivo italiano, Adriano Panatta è nato a Roma nel 1950. Figlio del custode dei campi del Tennis Club Parioli, si avvicina ancora piccolo al mondo dello sport e negli anni Settanta contribuisce, come nessun altro prima di allora, a rendere popolare il tennis in Italia, diventando un'icona nazional-popolare. Nel 1976 vince gli Internazionali d'Italia e la coppa Davis, dopo una serie di memorabili match. Nello stesso anno si aggiudica il Roland Garros ed entra nella storia del tennis, battendo numerosi protagonisti dell'epoca tra i quali il leggendario Björn Borg, Eddie Dibbs e, dopo un'avvincente finale di quattro set, Harold Solomon. Primo tennista italiano vincente e teletrasmesso, ad agosto tocca il numero 4 delle classifiche mondiali, dopo aver aiutato l'Italia a passare i quarti di coppa Davis con l'Inghilterra. A settembre l'Italia vince anche le semifinali contro l'Australia a Roma, per poi prevalere in finale contro il Cile e iscrivere negli annali la formazione composta da Barazzutti, Bertolucci, Panatta, Zugarelli e dal capitano non giocatore Nicola Pietrangeli. Abbandonati i campi da tennis continua a coltivare la sua passione per la motonautica, aggiudicandosi, nel 2004, il titolo mondiale di motonautica Powerboat PI. Insieme a Daniele Azzolini ha scritto l'autobiografia "Più dritti che rovesci. Incontri, sogni e successi dentro e fuori dal campo".

English version not available

Bibliografia

"Più dritti che rovesci. Incontri, sogni e successi dentro e fuori dal campo", con Daniele Azzolini, Rizzoli, 2009

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana