Tura, Stefano

Persona

Stefano Tura al Festivaletteratura 2014 - © Festivaletteratura

«Stefano Tura riesce a trasformare le suggestioni della cronaca in brividi d'autore» (Carlo Lucarelli). Giornalista e scrittore bolognese, inizia la propria carriera giornalistica come cronista di nera. Già corrispondente di guerra nella Ex Jugoslavia, in Kosovo, Iraq e Afghanistan, nel diario "Le caramelle di Super Osama" ha raccontato la sua esperienza in veste di inviato del Tg1 a Kandhar. Dal 2006 è corrispondente della Rai a Londra. Come narratore si avvicina al giallo e al Noir con "Il killer delle ballerine", romanzo in cui fanno la loro prima comparsa l'ispettore Alvaro Gerace e il reporter Luca Rambaldi, eroi delle sue indagini su carta. All'opera di esordio seguono "Non spegnere la luce" e "Arriveranno i fiori di sangue", quest'ultimo finalista ai premi Fedeli e Scerbanenco. Insieme a Maurizio Matrone, nel 2005, ha firmato uno dei romanzi brevi che compongono il volume "Delitti per le feste". Il suo ultimo thriller - definito da un addetto ai lavori come Maurizio De Giovanni «duro. Terribile. Oscuro e ammaliante, come un abisso buio che si spalanca all'improvviso davanti a te» - si intitola "Tu sei il prossimo".

English version not available

Bibliografia

"Il killer delle ballerine", Fazi, 2001
"Le caramelle di Super Osama. Viaggio a Kandahar di un inviato di guerra", Fazi, 2002
"Non spegnere la luce", Fazi, 2003 (2005)
"Arriveranno i fiori di sangue", Mondadori, 2005
"Delitti per le feste", con Maurizio Matrone, Aliberti, 2005
"Tu sei il prossimo", Fazi, 2014

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana