Fostieris, Antonis

Persona

Antonis Fostieris è nato ad Atene nel 1953. Dopo gli studi in Giurisprudenza ad Atene e alla Sorbona di Parigi, nel 1971 ha pubblicato la sua prima raccolta poetica, "Il lungo viaggio". Negli anni successivi ha dato prova d'essere una delle voci più significative della poesia greca contemporanea, con un'opera colta e ricca di riferimenti culturali, tanto legati alla tragedia attica e al nume tutelare di Costantino Kavafis che alla filosofia dei pre-socratici e a una riflessione a tutto campo sull'essere, il tempo e la natura. Traduttore di scritti di Henry Miller, Boris Vian, Max Jacob e Paul Eluard, insieme a Thanasis Niarchos ha fondato la rivista letteraria "I Lexi", che dirige tuttora. Quattro sue raccolte poetiche ("Amore oscuro", 1977; "Il diavolo ha cantato a tempo", 1981; "Il futuro e l'imperativo della morte", 1987 e "Il pensiero appartiene al dolore", 1996) sono apparse in Italia nel volume "Nostalgia del presente" (2000), con la traduzione di Nicola Crocetti.

English version not available

Bibliografia

"Nostalgia del presente", Crocetti, 2000

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana