10/09/2015 - In questo remotissimo presente. Focus sulla letteratura greca

IL NERO SONO LE PAROLE

2015_09_10_053

Antonis Fostieris si propone nell'ambito della letteratura greca contemporanea come poeta in dialogo con i filoni più vivi della propria tradizione, dalla classicità al Novecento. Sofocle e Kavafis sono solo alcuni dei punti di riferimento concettuali, linguistici e stilistici della sua poesia, che non rifiuta il confronto con i codici dell'oggi, in una continua esplorazione della semantica e del potere del suono della lingua. Leggendo le raccolte di Fostieris colpiscono da un lato la ricchezza di un pensiero che diventa verso nel modo più naturale, dall'altro la trama sottile di riferimenti culturali che si addensano soprattutto intorno ai filosofi dell'essere e del tempo - Eraclito, Empedocle -, assunti dall'autore di "Nostalgia del presente" come punto di riferimento imprescindibile nella riflessione sull'eccezionalità della vita e sul necessario ritorno al nulla. Lo incontra Filippomaria Pontani, co-curatore del volume "Poeti greci del Novecento".

English version not available

Italiano

Non disponibile.

1Luoghi collegati

1Enti correlati