Niccolai, Giulia

Persona

Niccolai Giulia al Festivaletteratura 2017 - ©Festivaletteratura

«La mia gioia sono le parole / che si inseguono come biglie / dentro e fuori le gallerie / di un castello di sabbia», si legge in una splendida poesia di Giulia Niccolai tratta da "Foto & Frisbee" (Oèdipus, 2016). Attiva dal 1966 con numerose pubblicazioni, fotografa, poetessa e narratrice, è una delle voci più innovative della poesia italiana dal secondo dopoguerra a oggi. Ha tradotto scritti di Gertrude Stein, Virginia Woolf, Patricia Highsmith, Dylan Thomas. Nel '66 pubblica con Feltrinelli il romanzo "Il grande angolo". Nel '72, con l'allora compagno Adriano Spatola, fonda in Val d'Enza la rivista "Tam tam", un impareggiabile aggregatore di poesia sperimentale che attrae da subito i più giovani. Negli anni Ottanta, dopo una sofferta malattia, si converte al buddismo e diventa monaca. Le sue raccolte poetiche "Harry's Bar e altre poesie" (Feltrinelli, 1981) e "Frisbees. Poesie da lanciare" (Campanotto, 1994, Premio Feronia) si segnalano tuttora come opere maestre per virtuosismo, vitalità e spiccato umorismo. Vive e lavora a Milano. (foto: © Giovanni Giovannetti - Effigie)

English version not available

Bibliografia

"Il grande angolo", Feltrinelli, 1966 (Oèdipus, 2014)"Humpty Dumpty", Geiger, 1969"Poema & Oggetto", Geiger, 1974"Substitution", Red Hill Press, 1975"Facsimile", Tau/ma, 1976"Russky Salad Ballads & Webster Poems, Geiger, 1977"Harry's Bar e altre poesie (1969-1980), Feltrinelli, 1981"Singsong for New Year's Adam & Eve", Tam Tam, 1982"Lettera aperta", Campanotto, 1983"Frisbees in facoltà", El Bagatt, 1984"Frisbees. Poesie da lanciare", Campanotto, 1994"Esoterico biliardo", Archinto, 2001"La misura del respiro. Poesie scelte", Anterem, 2002"Le due sponde. Spazio/tempo - oriente/occidente", Archinto, 2006"Poemi & Oggetti", a cura di Milli Graffi, Le Lettere, 2012"Frisbees della vecchiaia", Campanotto, 2012""Cos'è 'poesia'", Edizioni del Verri, 2012"Foto & Frisbee", Oèdipus, 2016