Cattaneo, Cristina

Persona

Cristina Cattaneo dirige il LABANOF (Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense) dell'Università Statale di Milano ed è ordinaria di Medicina legale. Ha scritto diversi saggi sulla sua professione di patologa forense (Morti senza nome, Turno di notte, Certezze provvisorie) ed è coautrice dei volumi Crimini e farfalle. Misteri svelati dalle scienze naturali (2006, con Monica Maldarella) e I diritti annegati. I morti senza nome del Mediterraneo (con Marilisa D'Amico, 2016). Nel libro Naufraghi senza volto (2018), vincitore del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica 2019, ha raccontato i mesi di duro lavoro che l'hanno vista coinvolta, con l'Ufficio del Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse, nell'identificazione di una parte degli oltre mille migranti annegati al largo delle coste di Lampedusa il 3 ottobre 2013 e il 18 aprile 2015. «Dare un nome ai morti prima di seppellirli – ha dichiarato in un'intervista al Corriere della Sera – è un dovere di civiltà che si assolve soprattutto per i vivi. E un fatto di salute mentale».

Bibliografia

Antropologia e odontologia forense. Guida allo studio dei resti umani: testo atlante, con Marco Grandi, Monduzzi, 2004 (2012)

Morti senza nome. Una patologa forense racconta, Mondadori, 2005

Crimini e farfalle. Misteri svelati dalle scienze naturali, con Monica Maldarella, Raffaello Cortina, 2006 (2007)

Turno di notte. Indagini, sfide e paure di una patologa forense, Mondadori, 2007

Certezze provvisorie. Il vero volto delle scienze investigative forensi, Mondadori, 2010

I diritti annegati. I morti senza nome del Mediterraneo, con Marilisa D'Amico, Franco Angeli, 2016

Naufraghi senza volto. Dare un nome alle vittime del Mediterraneo, Raffaello Cortina, 2018

Cerca nel catalogo della Rete bibliotecaria mantovana