Adonis

Persona

Adonis al Festivaletteratura 2002 - ©Festivaletteratura

Adonis nasce 'Ali Ahmad Sa'id nel 1930 a Al Qassabin, in Siria e adotta lo pseudonimo di Adonis all'età di diciassette anni. Studia Legge e Filosofia alla Syrian University di Damasco, mentre nel 1973 ottiene il dottorato alla St. Joseph University di Beirut. Dopo che nel 1955 viene imprigionato per sei mesi per la sua attività politica come membro del Partito Socialista Siriano, si trasferisce in Libano, acquisendo la cittadinanza libanese. Nel 1960 riceve una borsa di studio a Parigi e dal 1970 al 1985 è professore di Letteratura Araba presso la Lebanese University. Nel 1976 insegna alla Damascus University e nel 1980 insegna arabo alla Sorbonne. Ha in seguito insegnato e tenuto corsi presso molte università occidentali ed è tornato definitivamente a Parigi nel 1985. Considerato il caposcuola dei nuovi poeti arabi, nel 1957 ha fondato "Sh'ir poetry magazine" e nel 1968 il giornale di politica e cultura "Mawaqif". La sua poesia, di tono fortemente sociale e politico, è amata soprattutto dai giovani ed è stata definita una poesia dei luoghi poiché città come Marrakech, Fez e Cairo diventano simboli dei sentimenti provati dal poeta. Poeta del paradosso e dell'estremo, Adonis ama affermare che la scrittura è l'opposto della poesia, poiché un testo poetico incorpora una molteplicità di livelli, linguaggi, forme espressive e ritmi. Tra i più importanti intellettuali del mondo arabo, Adonis è stato insignito di numerosi premi, tra i quali il prestigioso Premio Goethe (2011).

Adonis, whose real name is Ali Ahamd Said, was born in Syria in 1930. He started using the name Adonis when he was seventeen. He studied Philosophy at the St. Joseph University of Beirut, where he obtained his postgraduate degree in 1973. In 1955, he was in prison for six months because of his political activity as a member of the Syrian National Socialist Party, he then moved to Lebanon and became a Lebanese citizen. In 1960, he received a scholarship to study in Paris and from 1970 to 1985 he was a professor of Arabian Literature at the University of Lebanon. In 1976, he held a visiting professorship at the Damascus University and in 1980 he was professor of Arabic at the Sorbonne. He also taught and lectured in a number of Western Universities and he definitely went back to Paris in 1985. Both a poet and a theorist on poetry, he is considered the leading figure of the younger generation of Arab poets. In 1957, he started "Sh'ir poetry magazine" and in 1968 the political and cultural magazine "Mawaqif". His poetry, with strong social and political connotations, has a lot of success especially among young people and it has been defined poetry of place, since places such as Marrakech, Fez and Cairo are used as symbols of the author's feelings. He is the poet of the paradox and of the extreme: Adonis loves saying that writing is the opposite of his poetry since poetic texts combine a multiplicity of levels, languages, forms and rhythmic structures.

Bibliografia

"Introduzione alla poetica araba" , Marietti, 1992
"Poesie", Quasar, 1993
"Desiderio che avanza nelle mappe della materia. Testo arabo a fronte", San Marco dei Giustiniani, 1997 (2001)
"Libro delle metamorfosi. Poesie scelte 1957-1997",a cura di Fawzi Al Delmi e Silvana De Zan, Fondazione Piazzolla, 1998
"Memoria del vento", Guanda, 1998 (2005)
"Nella pietra e nel vento", a cura di Francesca Corrao, Mesogea, 1999
"Siggil", Interlinea, 2000
"Voci", con incisioni di Selim Abdullah, Interlinea, 2000
"La preghiera e la spada", Guanda, 2002
"Cento poesie d'amore", Guanda, 2003 (2010)
"Libro delle metamorfosi e della migrazione nelle regioni del giorno e della notte", Mondadori, 2004
"In onore del chiaro e dello scuro", Archivi del '900, 2005
"Oro, incenso e Siria", con Adonis, Mondadori, 2005
"La musica della balena azzurra. La cultura araba, l'Islam, l'Occidente", Guanda, 2005
"In onore del chiaro e dello scuro", Archivi del '900, 2005
"Oceano nero", Guanda, 2006
"Alberi", Piero Manni, 2007
"Beirut, la non città", a cura di Andrea Celli, Medusa, 2007
"In onore del giorno e della notte", Arco Baleno, 2007
"La lingua del peccato e altri testi poetici", a cura di Valentina Colombo, Interlinea, 2008
"Conversazioni con Adonis, mio padre", con Ninar Esber, Archinto, 2009
"Ecco il mio nome", a cura di Francesca Corrao, Donzelli, 2009
"Storia lacerata nel corpo di una donna", Guanda, 2009
"L' illusione dei miei passi", Edizioni del leone, 2011
"In onore del vento e degli alberi", Il filo di Partenope, 2011
"Concerto per Gerusalemme", Passigli, 2014
"L' orizzonte mi insegnò il garbo delle nuvole", ES, 2014
"Singolare in forma di plurale", Guanda, 2014
"Violenza e islam. Conversazioni con Houria Abdelouahed", Guanda, 2015