07/09/2000

YOSSL RAKOVER SI RIVOLGE A DIO


2000_09_07_034

Lungo la via di un teatro musicale, Moni Ovadia incontra il racconto yiddish di Zvi Kolitz, un monologo in forma di lettera che s'interroga sul grande tema della «sofferenza inutile», quella legata ad un Dio che non sa evitare lo sterminio dei figli d'Israele.
 Una lettura più che una rappresentazione, affidata alla voce recitante di Moni Ovadia, oggi il più grande attore italiano legato alla tradizione ebraica, per creare da una preghiera che è devota bestemmia. Un evento teatrale unico.


English version not available

Italiano

Non disponibile

1Luoghi collegati