10/09/2000

DACIA MARAINI E IL SUO TEATRO

2000_09_10_132

«Forse fare teatro significa proprio questo: vincere una paura profonda, ridare la parola ad un silenzio primordiale che ancora minaccia i nostri sogni infantili». Un incontro con l'autrice de "La lunga vita di Marianna Ucrìa" e "Buio" in occasione della pubblicazione di "Fare teatro 1966-2000", raccolta di tutti i suoi scritti teatrali con letture di Annamaria Guarnieri e Giuseppe Moretti da "I digiuni di Catarina da Siena".


L'evento 132 ha subito variazioni rispetto a quanto riportato sul programma. Originariamente era prevista la presenza di Annamaria Guarnieri, sostituita in seguito da Raffaella Azim.

English version not available

Italiano

Non disponibile

1Luoghi collegati

1Enti correlati