06/09/2001

UN EBREO E UN CRISTIANO DAVANTI ALLA CROCE DI GESÙ


2001_09_06_041

Durante e dopo la tragedia dell'Olocausto si è molto dibattuto tra pensatori e uomini e donne di fede sia ebrei che cristiani del tema della morte di Dio. La croce di Gesù è un momento di massima drammaticità e nel ventesimo secolo si è riproposto e fortemente incarnato nell'orrore della Shoah. Questa croce è dunque un segno di morte e di sconfitta o di qualcos'altro? Ne parlano Gad Lerner, giornalista e scrittore, e don Giovanni Nicolini, sacerdote della diocesi di Bologna.


English version not available

Italiano

Non disponibile

1Luoghi collegati