05/09/2002

Margaret Mazzantini con Iaia Caputo


2002_09_05_018

La versatile artista, attrice di teatro e raffinata scrittrice, ha esordito nella narrativa aggiudicandosi il Premio Campiello con Il catino di zinco, convincendo pubblico e critica con uno stile originale e un linguaggio innovativo. Con il recente "Non ti muovere" entra di diritto nel novero delle maggiori narratrici italiane di oggi. Dialoga con lei la scrittrice e giornalista Iaia Caputo.


English version not available

Italiano

Il Chiostro del Museo Diocesano era pienissimo questo pomeriggio per l'incontro con Margaret Mazzantini: la scrittrice, dialogando e interloquendo con Iaia Caputo ha incantato e commosso il pubblico per un'ora e mezza, ricevendo innumerevoli applausi e trascinandolo con le sue parole appassionate e appassionanti. Gran parte del suo intervento è stato incentrato su "Non ti muovere", il libro che le è valso il premio Strega 2002. L'autrice ha anche approfondito il suo rapporto con la scrittura, creativo e allo stesso tempo travagliato, in grado di suscitarle emozioni forti e quasi violente. Al termine dell'evento il pubblico, commosso ed emozionato, ha dimostrato il suo affetto all'autrice con una lunghissima fila per gli autografi.

1Luoghi collegati

1Enti correlati